Agriturismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'agriturismo è una forma di turismo nella quale il turista è ospitato presso un azienda agricola.
Tale attività, nata alla fine degli anni sessanta, si è affermata in Italia a partire dagli anni ottanta.
Inizialmente concepita per far fronte alla richiesta delle persone che vivevano in città di fare un'esperienza alternativa di vita e spesso anche di lavoro in campagna, si è poi modificata a scapito degli aspetti più faticosi assumendo forme diverse di turismo, legate sempre all'ospitalità nell'azienda agricola senza la quale l'agriturismo non può esistere.
La legge nazionale che regola il settore è stata recentemente riformata ed è stata approvata dal Parlamento Italiano il 20 febbraio del 2006, col numero 96. La suddetta legge inquadra organicamente l'ospitalità turistica in aziende agricole come strumento di crescita e di valorizzazione dell'attività agricola.
Secondo la normativa, per attività agrituristiche si intendono le attività di ricezione e ospitalità esercitate dagli imprenditori agricoli, anche nella forma di società di capitali o di persone, oppure associati fra loro, attraverso l'utilizzazione della propria azienda in rapporto di connessione con le attività di coltivazione del fondo, di silvicoltura e di allevamento di animali.
Possono essere addetti allo svolgimento dell'attività agrituristica l'imprenditore agricolo e i suoi familiari, nonché i lavoratori dipendenti a tempo determinato, indeterminato e parziale, che sono considerati lavoratori agricoli ai fini della disciplina previdenziale, assicurativa e fiscale vigente. Il ricorso a soggetti esterni è consentito esclusivamente per lo svolgimento di attività e servizi complementari.

Rientrano fra le attività agrituristiche:

  • Dare ospitalità in alloggi o in spazi aperti destinati alla sosta di campeggiatori;
  • Somministrare pasti e bevande costituiti prevalentemente da prodotti propri e da prodotti di aziende agricole della zona, ivi compresi i prodotti a carattere alcoolico e superalcoolico, con preferenza per i prodotti tipici e caratterizzati dai marchi DOP, IGP, IGT, DOC e DOCG o compresi nell'elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali.
  • Organizzare degustazioni di prodotti aziendali, ivi inclusa la mescita di vini.
  • Organizzare, anche all'esterno dei beni fondiari nella disponibilità dell'impresa, attività ricreative, culturali, didattiche, di pratica sportiva, nonché escursionistiche e di ippoturismo, anche per mezzo di convenzioni con gli enti locali, finalizzate alla valorizzazione del territorio e del patrimonio rurale.

Antesignano del più ampio concetto di turismo rurale, l'agriturismo oggi vede cresciuto in numero i servizi ad esso associato che vanno dal pernottamento, alla ristorazione, dalle fattorie didattiche (nelle quali le aziende agricole ospitano le scuole) alle degustazioni di prodotti tipici.

Nel 2005 sono state censite oltre 13.500 aziende agrituristiche in Italia e il fenomeno è in crescita. Il fenomeno dell'agriturismo ha creato nuove opportunità di sviluppo in territori dove l'agricoltura languiva e contribuisce alla salvaguardia del territorio rurale, contribuendo alla permanenza delle giovani generazioni nelle campagne.